MASTER CLASS DI CANTO

Sabato 11 Gennaio 2020 a SalgaredaTV, Masterclass di canto con il maestro Silvio Zanone Chiara Angella (Accademia Progetto Voce – Verona).
Lezioni di canto anche singole. Come scaldare le voce, tecnica di emissione del suono, la respirazione diaframmatica ecc.
Canto lirico e moderno, aperto anche alle corali.
Info, cantaingiro@gmail.com

SILVIO ZANON
Nella sua brillante carriera ha cantato nei più importanti teatri del mondo , dalla Scala di Milano al Bolshoi di Mosca, dallo Staats Oper di Vienna al Liceu di Barcellona, dal Bunkamura di Tokyo al Megaron di Atene o al Deutsche Opern di Berlino, dal Baba Theater di Mumbai alla Forbidden Hall nella città proibita di Pechino, solo per citarne alcuni, lavorando al fianco di grandi direttori del calibro di Riccardo Chailly, Bruno Bartoletti, Gianluigi Gelmetti, Gianandrea Noseda, Zoltan Pesko, eccetera, e di grandi registi come Franco Zeffirelli, Luca Ronconi, Beppe de Tommasi, eccetera.Pavarotti lo presentò ai suo allevi dicendo: “cosi si canta”, e Zeffirelli stesso lo volle premiare con un suo quadro autografo per ricordare il suo impegno nella produzione della Tosca del centenario al teatro dell'opera di Roma,Spesso ospite in trasmissioni televisive RAI e Mediaset con Maurizio Costanzo, Franco di Mare, Sonia Grey e Gigi Marzullo,  partecipa al film “italiano per principianti” diretto da Lone Scherfig, vincitore del orso d'argento al festival del cinema di Berlino e nel 2010 riceve il prestigioso premio internazionale “Santa Caterina d'oro”

 

Si specializza in regia e drammaturgia al teatro stabile del Veneto, e inizia inoltre la carriera da regista curando la messa in scena di  diverse opere tra cui Cavalleria rusticana, Elisir d'amore e Pagliacci.Docente e presidente dell'accademia di canto  “Progetto VOCE”, oltre alla carriera di artista lirico affianca la sempre più corposa carriera di insegnante che lo vede protagonista di moltissime Master Classes in Italia ed all'estero (Baku - Azerbaijan, Mascate - Oman, Mosca e San Pietroburgo - Russia e Hong Kong) e della cattedra di canto al conservatorio G. Martucci di Salerno.

Chiara Angella
Diplomata col massimo dei voti in Canto ed in Musica vocale da camera presso il Conservatorio G.Verdi di Milano e specializzata in regia e drammaturgia presso il Teatro stabile del Veneto, a soli 21 anni già richiama su di sé l’attenzione e l’interesse di appassionati e critici, con la vittoria del Concorso Amici del Loggione del Teatro alla Scala di Milano.
Da sempre elogiata dal pubblico e dalla stampa specializzata per l’indubbia particolarità di timbro, l’innata eleganza di fraseggio e la spiccata capacità d’approfondimento dell’aspetto comunicativo-scenico,  dopo alcuni anni di studio sotto la guida del Soprano Magda Olivero, si perfeziona coi Maestri Luciano Pavarotti, Giuseppe Scandola e Maria del Fante.
Il suo debutto è a Firenze, al Teatro Comunale dove, solo ventiquattrenne, interpreta il ruolo di Cio cio San nella Madama Butterfly ed il successo riportato è così importante da vedersi riconfermata dallo stesso teatro fiorentino per i ruoli di Liù in Turandot, di Zarina Militrissa ne La fiaba dello Zar Saltan, di Lauretta nel Gianni Schicchi (con la direzione di J.Conlon) di Mimì  ne La bohème (con la direzione di S.Bychkov), di Maria nella Natività di Bartolucci e di Leonora nella Forza del destino ( dicembre 2007  con la direzione di Zubin Metha).
La sua carriera, in continua crescita, la vedrà quindi calcare i palcoscenici di alcuni fra i più importanti Teatri Italiani ed esteri: Comunale di Bologna, Carlo Felice di Genova, Massimo di Palermo, La Fenice di Venezia, Filarmonico di Verona, Opernhaus di Zurigo, Théatre du Capitole di Toulouse solo per citarne alcuni, e sempre in ruoli principali fra cui si ricordano particolarmente Desdemona (Otello di G.Verdi), Fidelia (Edgar di G.Puccini), Elisabetta (Don Carlos di G.Verdi), Santuzza (Cavalleria rusticana di P.Mascagni), Lisabetta (La cena delle beffe di U.Giordano) Leonora (La forza del destino di G.Verdi),Aida (Aida di G-Verdi),  Leonora (Il trovatore di G.Verdi), Tosca (Tosca di G.Puccini), ed ancora Nedda (I pagliacci di R.Leoncavallo) e Giorgetta ( Il tabarro di G.Puccini ) interpretate rispettivamente al Teatro Carlo Felice di Genova  ed al Teatro Massimo di Palermo sotto le direzioni dei Maestri B. Bartoletti e P.Arrivabeni, fino al recente straordinario successo, al Teatro dell'opera di Leipzig (Lipsia) nei panni di Alceste nell’omonima opera di C.W.Gluck.

Non da meno è la sua affermazione in ambito concertistico sia in Italia che  all’estero (Germania, Spagna, Svizzera, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Canada, Stati Uniti)
e Sacro: Verdi (si ricordi la fortunata trasferta con la fondazione Arena di Verona per la Messa di Requiem eseguita ad Omsk-Siberia, e la straordinaria accoglienza del pubblico della stessa Messa eseguita con l’Orchestra Festival Breslau in Fraumunster a Zurigo) Donizetti, Dvorak (a Firenze con il Requiem diretto dall’indimenticabile Maestro Yuri Ahronovitch), Mozart, Pergolesi, Beethoven (Missa Solemnis), Vivaldi, Bartolucci (La Navitità, con l’Orchestra del Maggio musicale fiorentino diretta dallo stesso autore),  Porpora (del quale ha inciso “Opere inedite” per l’etichetta discografica Bongiovanni) etc..

In una recente intervista al giornale “Gli amici della musica”, Chiara Angella dichiara che il suo sogno nel cassetto è: “continuare a vivere d’arte e per l’arte” ed è anche da questo pensiero che si  evince l’entità dell’amore e la totale dedizione per la sublime arte del cantare della giovane artista, giovane, sì, ma già tanto amata (si ricordino le assegnazioni dei premi Circolo Dordoni Brescia come miglior cantante 2006, Mascagni d’oro 2007 e Premio internazionale Santa Caterina d'oro 2010) .